logo

Istituto Comprensivo Statale "FALCONE – BORSELLINO"

Via Cassala, 15 – 70132 – Bari (BA)

Sei in > categoria "I nostri lavori Scuola secondaria I grado"

Perché la maggior parte delle donne soffre in silenzio, in solitudine…
Perché il rosso è il colore della paura, del dolore, del sangue, ma anche della Forza…
Perché per arrivare al cuore si usa l’amore non la mano…
Perché le donne che subiscono violenza non si devono vergognare…
Perché sono esseri speciali…
Perché sono fragili uragani da rispettare sempre…

25 Novembre, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Cirielli

Il libro: un’emozione che ci unisce… anche a distanza!

25 Novembre, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Cirielli

In un periodo di particolare importanza per noi tutti, in cui va quotidianamente valorizzato il concetto di senso civico,  i ragazzi della 3A hanno  conosciuto più dettagliatamente colui che ha condotto la sua vita per una piena affermazione della legalità: Giovanni Falcone.
Il suo operato  raccontato nel libro Per  questo mi chiamo Giovanni di Luigi Garlando, ha permesso loro di avvicinarsi ad alcuni valori, e di capire l’importanza di appartenere ad una scuola che porta due nomi intramontabili.
Questo cartellone con analogo lavoro digitale ne è l’esempio.

16 Novembre, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Falcone

11 Giugno, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Falcone

6 Giugno, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Cirielli

CORONAVIRUS E INQUINAMENTO

3 Giugno, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Cirielli

30 Maggio, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Falcone

30 Maggio, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Cirielli

INCONTRO IN VIDEO CONFERENZA CON LUCA AZZOLINI, AUTORE DEL LIBRO “BAMBINI PER GIOCO”

E GLI ALUNNI DELLA 1^ C E 1^ D DEL PLESSO CIRIELLI.

Oggi alle 9 c’è stata la video conferenza con il sig. Azzolini, scrittore di “Bambini per gioco”, il libro che i cuccioli di prima media hanno letto in occasione del maggio dei libri.

Ai tempi della DaD gli incontri si fanno così: tutti puntuali, tutti connessi, tutti ordinati rettangolini con cartellino con nome e cognome annesso, tutti a mezzo busto e chissà, con in dosso gli shorts, pronti ad illudersi di poter uscire subito dopo, con mascherina e guanti, naturalmente!

Il rettangolino centrale era occupato da lui: Azzolini..Luca, lo scrittore, mezzo busto magrolino, con viso da ragazzino tradito solo dai capelli radi e un accenno di barba. Sorride, inizia a parlare e la sua voce squillante e morbida ci mette a nostro agio, ci dà del tu e lo scrittore diventa un rettangolino come i nostri, solo bordato più spesso di giallo. Lui saluta, risponde, si racconta: diventa piccolo e ci regala un ricordo di allora: l’agenda regalata dal padre su cui provava ad essere narratore di storie; cresce ed è un grande consumatore di libri, soprattutto saghe fantasy come “Le nebbie di Avalon”, per imparare a farle sue quelle storie; cresce e prova a scrivere, a comporre romanzi che non piacciono e che finiscono in un cassetto, ma non il suo sogno, che aleggia sovrano e lo sprona ad andare avanti. Poi ecco, il “Fuoco della Fenice” sprigiona la sua arte, giunge la pubblicazione del suo primo libro a cui ne seguono altri 49, tra cui il nostro, con i suoi personaggi, Yassine e Sayed che sono diventati nostri amici: li abbiamo portati a pascolare i loro animali tra le terre dell’Afghanistan e li abbiamo accompagnati con trepidazione davanti ai cancelli di una SCUOLA VERA, il loro sogno, che trasforma i “Bambini per gioco”, scampati alla terribile trasformazione di bambini da gioco, in futuri adulti liberi.

Ecco, lui, Luca Azzolini, ci ha raccontato questo ed altro stamattina, dice anche di aver impiegato due anni a scrivere  quel libro che noi abbiamo divorato in meno di un mese. Si ferma a dare consigli di lettura, a dire che bisogna cercare il proprio genere e poi leggere leggere leggere. Poi il messaggio finale, pregnante, penetrante: un libro ti fa sognare e sognando ti porta fuori dal problema che stai vivendo e in quel libro trovi la tua soluzione.

Grazie sig Azzolini, grazie Luca da noi…gli altri rettangolini!

 

Articolo di norbaonline.it

8 Maggio, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Cirielli

Il glossario del Coronavirus

5 Maggio, 2020

Pubblicato in: I nostri lavori Scuola secondaria I grado, In evidenza, Scuola Secondaria, plesso Cirielli




1 2